Konquest

Konquest e' un gioco di strategia galattica. Partendo dal vostro pianeta iniziale dovrete conquistare 4 pianeti per fondare il nuovo Impero Galattico. Giocabile da 3 a 6 giocatori.

Continua a leggere

L'Aquila e il Leone

La nuova versione del nostro wargame di punta. L'Aquila e il Leone è un wargame napoleonico che si gioca su un tabellone modulare esagonato con l'ausilio di blocchetti di legno colorato.

Continua a leggere

Sengoku

SENGOKU è un boardgame per 2-4 giocatori di strategia e di conquista. I giocatori saranno dei Daymio che lottano per ottenere la supremazia e diventare Shogun, utilizzando armate e manovre politiche.

Continua a leggere

Senshi

Senshi e' un semplice Wargame in cui due eserciti, Rosso e Nero, si combattono per ottenere la vittoria e sottomettere l’avversario. Nasce come gioco di contorno al boardgame Sengoku.

Continua a leggere

Shogi

Il gioco degli "scacchi" Giapponese. A differenza degli scacchi occidentali si utilizzano pedine a doppia faccia che possono essere "promosse" e catturate al nemico, per poi rientrare in gioco.

Continua a leggere

2500 l'era dei disordini

Un Gioco di Ruolo gratuito, ambientato nell'universo di Alita, l'angelo della battaglia. Utilizza una versione modificata e riadattata del sistema storyteller della WiteWolf.

Continua a leggere

Waterloo: traduzione italiana

Una produzione Studio Kitsune; il regolamento di "Waterloo" di Martin Wallace (Warfrog) tradotto in italiano ed impaginato su layout originale.

Continua a leggere



Shogi
aggiunto il 19/10/2012, da Kitsune

Il gioco degli "scacchi" Giapponese. A differenza degli scacchi occidentali si utilizzano pedine a doppia faccia che possono essere "promosse" e catturate al nemico, per poi rientrare in gioco.

Lo Shogi è un gioco di strategia, che deriva dal gioco indiano Chaturanga, risalente al VI secolo, progenitore anche degli scacchi occidentali.

Due giocatori, giocano su una scacchiera (shogiban) composta da una griglia di 9 traverse per 9 colonne. Le caselle non sono differenziate dal colore dello sfondo, come le pedine, che sono tutte dello stesso colore. L'obbiettivo è, come nei nostri scacchi, la cattura del Re avversario.
Shog2.jpgUna delle particolarità dello Shogi sono le pedine, tutte dello stesso colore e munite di una punta, che viene tenuta rivolta verso l'avversario. Le pedine si differenziano l'una dall'altra grazie ai kanji scritti su di esse, ed alcune (i pezzi più importanti) sono leggermente più grandi delle altre.
Inoltre entrambe le facce delle pedine riportano delle scritte, diverse da una faccia all'altra, che permettono la "promozione" dei pezzi in determinate circostanze.

Il gioco ha una profondità strategica pari a quella dei "nostri" scacchi, ma rispetto agli scacchi occidentali ha alcune particolarità che lo rendono più dinamico ed appetibile per i neofiti (che spesso si annoiano a giocare a scacchi), in particolare il paracadutaggio dei pezzi catturati e la promozione dei pezzi stessi. Non sottovalutiamo poi l'influenza che la cultura nipponica ha avuto negli ultimi decenni sull'occidente. Dai cartoni animati, ai manga, ai film: spesso si vedono scene in cui i personaggi giocano partite di Shogi, trattando il gioco quasi come fosse un rituale, più che un divertimento.

Autocostruzione 
shogi.jpgQuando mi sono interessato per la prima volta di shogi ho pensato di acquistare tutto l' occorrente per giocare su internet, ma non è stato così semplice.
Innanzitutto i prodotti che ho trovato non soddifavano minimamente le mie esigenze, erano brutti a vedersi e (almeno apparentemente) di pessima qualità. Inoltre le uniche pedine a disposizione erano con i kanji, mentre io dedideravo dei pezzi con la versione "occidentalizzata" dei nomi, per un motivo abbastanza semplice: se vuoi giocare a shogi (o in un qualsiasi gioco a due) devi trovare un avversario, o un gruppo di giocatori, che riesca ad appassionarsi velocemente al gioco.
Se i giocatori devono passare metà della partita a farsi spegare qual'è il tale pezzo e a cercare di ricordare e ricordare i kanji riportati sugli altri, il gioco perderà ben presto di interesse.

La versione occidentalizzata è l'ideale per iniziare a giocare.
Ogni pedina riporta un simbolo che indica i "movimenti" che può fare la pedina, ed una lettera che ne indica il nome, ed un cerchio che indica la promozione (invece di un kanji diverso). Inutile dire che per qualcuno che non ha mai visto uno shogiban, il gioco risulta subito molto più immediato rispetto all'utilizzo delle normali pedine con i kanji.

Da qui l'idea di autocostruirsi pezzi e scacchiera

Scaricate il file, dezippatelo e stampate i PDF che trovate all'interno. Sui vari fogli sono indicate le istruzioni per il taglio e l'incollatura. Come supporto potete utilizzare del cartoncino o addirittura del legno.  

Regolamenti ed altre informazioni
Le regole dello Shogi puoi trovarle sintetizzate su questa pagina di Wikipedia; inoltre fai un salto sul sito dell'Associazione Italiana Shogi, oltre ai regolamenti approfonditi troverai un sacco di informazioni utili.

Acquistare Online
Ecco una lista di siti sui quali puoi acquistare online tutto l'occorrente per giocare a Shogi; sono tutti esteri perchè a quanto pare non c'è ancora un sito italiano che venda pezzi e shogiban.

Aobo-Shop | Shogi.fr | Mohsart | Japanese-games-shop

Buon divertimento!

Scarica Shogi
(download 1098, dimensione 0 MB) IL FILE CONTIENE: File in PDF contenente le etichette per la stampa delle tessere (stile occidentale) e 4 fogli da stampare ed incollare per creare lo shogiban (tavoliere).

Hai scritto qualcosa che vorresti condividere con gli altri appassionati di giochi in Italia?
Inviaci i giochi che hai realizzato, le tue avventure, i personaggi o le ambientazioni.
Saremo felici di condividere le tue creazioni con i nostri utenti!
Presentaci il tuo progetto, ti forniremo assistenza grafica, playtesting, suggerimenti ed uno spazio per la distribuzione gratuita del tuo gioco sul nostro sito.

Scrivici a info(at)studiokitsune.it